I registratori vocali digitali sono un ottimo investimento per molte ragioni. Quando mio cognato ha iniziato a usarne uno per motivi di lavoro, ha subito notato un grande vantaggio: tutte le riunioni duravano minuti invece di ore. E quando abbiamo dovuto fare una vera intervista con un potenziale cliente, il registratore vocale digitale si è comportato come un vero professionista – con una chiarezza perfetta. Inoltre, i colleghi di wirecutter hanno convenuto che euro 100 è l’importo più ragionevole che dovremmo pagare per un registratore vocale digitale al giorno d’oggi. Se si registra audio verbale abbastanza spesso, anche con cura minima, e registrare l’audio con un mixer/processore vocale di qualità professionale, allora la qualità audio e le prestazioni che si ottiene da un registratore che costa meno di euro 100 è più che sufficiente per renderlo un posto di rilievo nel vostro kit di registrazione.

Se vuoi leggere di più su quanto scritto, visita il sito internet qui www.miglioriregistratorivocali.it

Ci sono altri usi per i registratori vocali digitali oltre a quelli citati sopra. Li ho spesso utilizzati per aiutare a registrare lezioni o seminari che sono stati trascritti in seguito per l’uso in un podcast, che ho spesso registrare sul mio computer (su una chiavetta USB, per esempio). L’unico problema con questo metodo è che se si sta registrando una lezione, allora si può non essere in grado di prendere appunti durante la lezione effettiva, in quanto tutto il suono sarà attutito dal microfono del docente microfono. Tuttavia, con un registratore vocale digitale Olympus, posso fare una passeggiata virtuale attraverso la lezione e segnare i punti importanti. Questo mi aiuta a mantenere le mie note lezione organizzata e in ordine, e può servire come riferimento per eventuali domande o argomenti che potrei avere in seguito.

Infine, se ho intenzione di fare podcast brevi, come romanzi audio o podcast educativi, allora avere un registratore vocale digitale con compressione OSC (Oxyzzyork format) è assolutamente necessario, in quanto le piccole dimensioni dei file significa che è praticamente impossibile riempire un formato di file mp3 con un’ora di suono. Io uso questi tipi di podcast su base abbastanza regolare, quindi avere il software di compressione più possibile è essenziale per le mie esigenze. Il software di compressione per questi tipi di file è relativamente poco costoso, quindi vale sicuramente la pena guardare in. Alla fine, però, avere lo strumento di compressione più possibile è importante sia per la qualità del suono, sia per il mio consumo di tempo.